7 Segni di una Scarsa AutoStima

7 Segni di una Scarsa AutoStima

7 Segni di una Scarsa AutoStima

 

Molte Wedding Planners lottano con una scarsa autostima, una convinzione persistente di non essere abbastanza brave, competenti o gradevoli.

E mentre la maggior parte di noi presume che la bassa autostima sia un tratto fisso della propria personalità – qualcosa con cui sei bloccato per tutta la vita – niente potrebbe essere più lontano dalla verità:

Quando capisci cosa causa davvero una bassa autostima, puoi fare qualcosa per migliorarla.

Quelli che seguono sono 7 segni comuni di una scarsa autostima.

Impara a identificarli nella tua vita e sarai sulla strada per coltivare una sana autostima.

1. Ti definisci in base al tuo passato.

Se hai lottato con una bassa autostima per gran parte della tua vita, quelle convinzioni e sentimenti di essere inferiore sono ciò che conosci meglio. E quindi le senti molto reali.

D’altra parte, immaginare te stessonel futuro con una maggiore autostima sembra distante e irreale. Ma ecco il punto …

Come ti senti riguardo a te stesso non è sempre un buon indicatore del tuo vero valore.

Le persone con una sana autostima sanno che solo perché sono stati male in passato non dice nulla su come sono destinati ad essere in futuro . E non danno una priorità eccessiva al loro passato a scapito del loro futuro.

Quando ti definisci in base al tuo passato, perdi il controllo sul tuo futuro.

2. Posticipi le tue passioni.

Naturalmente, tutti noi posticipiamo.

Ma le persone con una scarsa autostima spesso hanno uno strano schema nella loro procrastinazione: fanno le cose banali e quotidiane sempre in tempo (pagano le bollette, ecc.) ma posticipano le attività a cui tengono di più ( hobby creativi, viaggi, apprendimento, fitness, ecc.).

Quando hai una bassa autostima, non ti fidi di te stesso con i tuoi obiettivi più importanti.

D’altra parte, le persone con una sana autostima si fidano di se stesse per perseguire la proprie passioni anche se questo significa fallimento, errori o frustrazioni.

Hanno acquisito la fiducia necessaria per perseguire le cose che contano di più per loro, nonostante la possibilità di fallimento, imbarazzo o errori.

3. Sei ipercritico con gli altri.

Ovviamente, a volte abbiamo tutti bisogno di pensare in modo critico. Ma c’è una grande differenza tra pensare in modo critico ed essere critici :

Le critiche utili riguardano il rendere il mondo un posto migliore. Le critiche inutili riguardano il farti sentire meglio con te stesso.

Le persone con una bassa autostima hanno difficoltà a sentirsi bene con se stesse.

Ciò significa che a volte tendono a criticare gli altri come un modo per farsi vedere meglio in confronto a loro.

Ad esempio: quando critichi l’opinione di qualcuno dandogli stupido, stai insinuando che sei più intelligente e questo ti fa sentire bene.

Il problema è che criticare gli altri come un modo per aumentare la propria autostima è solo temporaneo. E dopo ciò, di solito finisci per sentirti ancora peggio con te stesso.

Se tendi a essere eccessivamente critico nei confronti degli altri, chiediti questo:

Quando critico le altre persone, cerco di essere sinceramente utile o cerco di sentirmi meglio?

4. Non riesci a farti valere.

La maggior parte di noi sa che è importante farsi valere, specialmente con le persone difficili nella nostra vita. Il guaio è che, anche se stabiliamo un confine, la parte difficile è applicarlo.

Se non riesci a farti valere con gli altri, è perché apprezzi le altre persone più di te stesso.

Ma ecco la parte strana: se ti trovi in ​​questa posizione – non avendo abbastanza rispetto di te stesso per farti rispettare – il modo migliore per ottenerlo è cominciare a farti valere!

Il trucco sta nell’iniziare con piccole azioni. Comincia a restituire quella pizza bruciacchiata, poi passa a dire no a chi ti fa una richiesta non prevista dal contratto .

Quando riesci a farti valere, rafforzi la convinzione di essere importante tanto quanto chiunque altro.

5. Pensi troppo alle decisioni minori.

Alcune decisioni nella vita sono estremamente importanti e di impatto: chi sposare, cambiare casa, lasciare il lavoro per avviare un’attività in proprio. Queste sono decisioni importanti con conseguenze importanti. Ed è perfettamente comprensibile per le persone sperimentare un po indecisione mentale.

Ma le persone con una bassa autostima spesso trattano anche decisioni minori come se il destino del mondo dipendesse da loro.

Questa indecisione anche nelle piccole decisioni è spesso il risultato di una scarsa fiducia nella propria capacità di prendere decisioni.

La chiave è venire a patti con il fatto che prenderai alcune decisioni sbagliate (o almeno decisioni che ad altre persone non piacciono) e che alla fine va bene così.

Nessuno muore se scegli la pizza per cena anche se la tua famiglia voleva il cinese.

Il coraggio non è l’assenza di paura. Il coraggio è la convinzione che starai bene nonostante la tua paura.

6. Ti affidi ad altre persone per sentirti meglio.

Quando ci sentiamo male, vogliamo sentirci meglio. Quando siamo preoccupati, vogliamo sapere che le cose andranno bene.

Quando siamo tristi vogliamo sentirci più felici e pieni di energia.

Sfortunatamente, molte persone cercano di fare affidamento sulle rassicurazioni di altre persone per sentirsi meglio. Questo è un problema perché….

Affidarsi agli altri per il supporto emotivo porta alla fragilità emotiva.

Naturalmente, tutti beneficiamo del supporto delle persone che ci circondano.

Ma quando fai affidamento solo sul supporto degli altri, rinunci all’opportunità di sentirti più forte. E il risultato: scarsa fiducia nella propria capacità di gestire fattori di stress e sfide. E alla fine, anche una bassa autostima.

Non c’è niente di sbagliato nel chiedere supporto quando ne hai davvero bisogno. Ma non è saggio fare affidamento solo sugli altri.

7. Fai fatica a ricevere complimenti.

Se i complimenti tendono a metterti a disagio, è probabile che sia un segno che non pensi di meritarlo o che sei preoccupato che altre persone penseranno che non te li meriti.

Ma se non ti rispetti abbastanza, o se rispetti troppo le opinioni degli altri, il risultato finale è lo stesso: bassa autostima.

Accettare i complimenti significa un sano rispetto per te stesso e per le opinioni degli altri.

Fortunatamente, accettare bene i complimenti è qualcosa su cui puoi esercitarti e migliorare.

Invece di scusarti o sminuire i tuoi risultati, accettare un complimento è spesso semplice come sorridere e dire “grazie”.

E più pratichi, più inizierai a credere di essere davvero degno di tutti quei complimenti che ricevi.

Un complimento accettato è un voto di fiducia in te stesso.

TAGS:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.