Il tuo Prezzo è un Problema, e non lo sai

Il tuo Prezzo è un Problema, e non lo sai


Il tuo Prezzo è un Problema, e non lo sai.

 

Sì, hai capito bene: spesso se non riesci a vendere, se non cresci, se non ti fai rispettare dagli sposi, forse il tuo Prezzo è un Problema (e tu nemmeno lo sai).

Nei corsi e nei seminari del 2019 parleremo molto di prezzi e di strategie legate al prezzo, perchè è un elemento fondamentale del tuo Marketing.

In questo post però posso già darti qualche indizio per capire se effettivamente devi correggere il tuo rapporto con il prezzo del tuo servizio di wedding planning.

Quindi, proviamo a tracciare un identikit del professionista che non va d’accordo con il suo prezzo.

 

Hai un problema con il tuo prezzo quando:

👉 il tuo prezzo è quello della media del tuo mercato

👉 ti preoccupi troppo dei prezzi bassi dei tuoi concorrenti

👉 attiri spesso sposi che scelgono in base al prezzo

👉 dai per scontato che nella tua zona gli sposi non sono disposti a pagare di più

👉 permetti agli sposi di confrontarti con altri WP meno cari

👉 non ti sei differenziato abbastanza dalla concorrenza (anche con il prezzo)

👉 non offri servizi premium ad un prezzo superiore

👉 non sai analizzare le componenti del tuo prezzo

👉 non ritieni di valere un prezzo più alto del tuo prezzo attuale

 

Se ti riconosci in uno di questi tratti, è ora che tu metta mano al tuo marketing, e soprattutto ai tuoi prezzi.

I cambiamenti giusti al posto giusto potrebbero farti fare un salto che oggi ti sembra inimmaginabile. E ti sorprenderai di quanto il tuo prezzo possa essere la causa della tua situazione attuale.

 

Vuoi saperne di più? Scrivimi a latuastella@robertatorresan.com

 

Roberta Torresan Wedding Planner

 

 

Ti conviene fare pubblicità su Facebook o Google?

Ti conviene fare pubblicità su Facebook o Google?

Ti conviene fare pubblicità su Facebook o Google?

 

Ogni wedding Planner che decide di farsi pubblicità sul web ha sempre lo stesso dubbio: meglio Facebook o Google?

 

Partiamo cercando di comprendere bene come vengono usati questi due strumenti dagli sposi sul web.

 

Facebook è un social media, mette in contatto le persone tra di loro e direttamente con i loro brand preferiti. Sempre di piu sta diventando un canale dove guardare video, informarsi e acquistare ma con delle modalità di fruizione che stanno modificando tutti i social media. Facebook però non è un motore di ricerca come Google.

 

Google infatti è uno strumento che gli utenti utilizzano per cercare informazioni, prodotti, servizi, e soprattutto presuppone la consapevolezza di un bisogno.

 

Mi spiego meglio: se io mi faccio pubblicità su Facebook, posso intercettare un target specifico di persone ma non so se queste stiano cercando una Wedding Planner.

 

Al contrario su Google, se uso le parole chiave giuste, mi farò vedere da chi sta cercando esattamente il mio servizio, con le caratteristiche che ho definito e specificato.

 

L’utente di Google si trova in una fase avanzata del suo percorso di ricerca del servizio di organizzazione del matrimonio. Oppure si sta informando attivamente per capire se e a chi rivolgersi.

 

Su Facebook posso farmi vedere da un pubblico molto più ampio, ad un costo per contatto decisamente inferiore, ma non so se le persone che io ho segmentato per residenza, gusti, interessi, abbiano veramente intenzione di sposarsi.

 

Una delle opinioni prevalenti consiste nel sapiente uso di entrambe le piattaforme in combinazione, a patto ripeto che le si sappia sfruttare al meglio, altrimenti si rischia di buttare un sacco di soldi.

 

Impostare una campagna non è un gioco da ragazzi, soprattutto se non si hanno le idee chiare sugli obiettivi. Ed una strategia di marketing a monte!

 

Ma ancora più importante, dobbiamo avere un sito o una landing page dove fare arrivare i click degli utenti per fare in modo che compiano una azione precisa.

 

Non hai ancora le idee chiare? Scrivici a latuastella@robertatorresan.com

 

Roberta Torresan

5 Azioni per Migliorare subito i tuoi Social Media

5 Azioni per Migliorare subito i tuoi Social Media




5 Azioni per Migliorare subito i tuoi Social Media.

 

Se non sai come migliorare i tuoi risultati su Facebook e su Instagram (ma anche su Linkedin, aggiungo io), ti illustrerò in questo post 5 cose che puoi mettere in pratica fin da subito.

Che tu sia un assiduo utilizzatore dei Social Media, o che tu preferisca starne alla larga, sai bene quanto ti possano aiutare nella tua professione.

Parlo ovviamente dell’uso dei Social Media per il tuo lavoro, quindi mi riferisco alla tua FanPage aziendale e al tuo account business su Instagram.

I nuovi algoritmi hanno penalizzato tutti, ma come prima contromossa, fai attenzione a non commettere errori gravi e passa all’azione con queste 5 dritte che ti elenco qui sotto:

1 – Non postare troppo spesso.

Non ossessionare il tuo pubblico con valanghe di contenuti. I Social sono già sovrappopolati, e invasi da una miriade di post inutili. Meglio pochi contenuti, ad esempio uno al giorno ma con assidua costanza e qualità. Questo punto non vale ovviamente per i Live su Facebook e le Storie su Instagram.

 

2 – Posta solo contenuti di qualità.

Non c’è niente di peggio di contenuti con immagini scadenti o testi con errori, o pieni di banalità. I tuoi followers devono apprezzare quello che posti, al punto di non vedere l’ora di vedere il post successivo. Falli tornare.

 

3 – Usa i video.

I video sui social media stanno prendendo il posto della vecchia tv, per tempi e modalità di fruizione. Non sfruttare questo trend sarebbe una occasione sprecata. I video ti aiutano ad aumentare reach ed engagement, oltre a darti l’opportunità di parlare di te e della tua attività con uno degli strumenti visivi più efficaci in assoluto.

 

4 – Cerca di stimolare l’engagement nella prima ora.

La prima ora, se non i primi 30 minuti, determina il successo di un post. Se questo ottiene subito likes, commenti e condivisioni, verrà mostrato a molte più persone. Se invece rimane ignorato, verrà considerato come un post inutile e non interessante per gli utenti, e praticamente oscurato dalla rete. Usa tutti i mezzi a tua disposizione per lanciare alla grande i tuoi post fin dal primo istante.

 

5 – Rispondi sempre ai commenti dei tuoi fans. 

Ricevere commenti ad un post va benissimo, ma non è sufficiente. I Social Media sono un luogo dedicato alla comunicazione bidirezionale, ogni post è l’avvio di una conversazione, e così come tu la devi stimolare, tu la devi tenere viva quando qualcuno risponde con un commento. A volte puoi approfondire il tema e stimolare nuovi commenti anche da altri utenti, altre volte è sufficiente un semplice riscontro o un ringraziamento.

 

Entra nel Gruppo Facebook e Scarica le Guide Gratuite ad Instagram <<<

 

 

Roberta Torresan

Segui questi consigli e batti l’algoritmo di Instagram!

Segui questi consigli e batti l’algoritmo di Instagram!

Segui questi consigli e batti l’algoritmo di Instagram!

 

Sappiamo bene quanto l’uso intelligente di Instagram sia sempre più premiante per una Wedding Planner, ma ci siamo tutti accorti di quanto sia difficile superare gli ostacoli che l’algoritmo di Instagram ha inserito per limitare il cosiddetto reach organico (cioè il numero di persone che possiamo raggiungere gratuitamente).

Chi ha studiato bene come funziona l’algoritmo di Instagram, ha anche capito come lo si può sconfiggere, e far risalire le visualizzazioni dei tuoi post e delle tue storie;  ecco i nostri migliori suggerimenti che aiuteranno i tuoi contenuti a richiamare l’attenzione del tuo pubblico.

 

Crea conversazioni con il tuo pubblico e usa inviti all’azione.

L’obiettivo principale all’interno dell’algoritmo è quello di aumentare la visibilità dei tuoi contenuti e utilizzare i tuoi post per stimolare la conversazione con il tuo pubblico. Una volta che hai ottenuto la loro attenzione, concludi la tua caption con una call-to-action convincente.

Si tratta di qualcosa di più della pura e semplice pubblicazione di foto visivamente sbalorditive. Chiediti questo: che cosa stimola di più il mio pubblico a commentare?

Creare conversazioni non solo consente di avviare un dialogo con il pubblico, ma aiuta anche a costruire la fedeltà al tuo brand: torneranno per vedere i tuoi nuovi contenuti, che in seguito può tradursi in nuovi clienti.

Queste conversazioni possono anche insegnarti, come creatore di contenuti, che cosa fa interagire il tuo pubblico e cosa no, e queste informazioni potrai utilizzarle per adeguare tutta la tua futura strategia.

 

Analizza i tuoi contenuti migliori e peggiori.

Se hai un account aziendale su Instagram, la tua scheda Insights sarà la tua migliore arma per capire che tipo di contenuto funziona per il tuo pubblico e cosa no.

 

Usa la pubblicità su Instagram.

Il passaparola e il marketing organico ti porteranno lontano e ti aiuteranno a far crescere il tuo profilo, ottenendo nuovi follower.

Ma con gli annunci a pagamento di Instagram, sei in grado di raggiungere strategicamente il tuo focus target, ampliare la portata dei tuoi contenuti e aumentare il tuo coinvolgimento.

E se gli annunci garantiscono che i tuoi contenuti vengano visualizzati, sta a te assicurarti di includere un invito all’azione.

SUGGERIMENTO: crea un annuncio che perfettamente in linea e coerente con i tuoi contenuti organici non a pagamento nel feed del pubblico. Non renderlo troppo commerciale!

 

Assicurati di pubblicare sempre contenuti di qualità.

Quando pubblichi contenuti sul tuo feed, la quantità non conta. Il contenuto che pubblichi dovrebbe sempre soddisfare gli standard di qualità che hai impostato per il tuo brand e offrire al tuo pubblico un motivo convincente per coinvolgerlo.

Verifica sempre come i tuoi contenuti sono stati premiati e cerca di ricreare i successi ed evitare gli errori dei contenuti passati. Quindi, quando hai pianificato tutti i tuoi contenuti e le rispettive captions, chiediti:

  • Questa è la foto di massima qualità che posso pubblicare? Se è sgranata, forse non dovresti postarla.
  • Lo stile e il design della foto corrisponde alla mia griglia e alle linee guida del mio brand?
  • Qual è l’invito all’azione?
  • Come sto coinvolgendo il mio pubblico per fargli eseguire un’azione che possa aiutare il mio account a crescere?
  • Come sto invitando il mio pubblico nella conversazione?
  • La mia caption è stata controllata? E’ priva di errori?

 

p.s. hai scaricato le mie guide ad Instagram? Le trovi nel gruppo Facebook alla voce FILE del Menu. Non sei ancora iscritto? Richiedilo subito!

 

Roberta Torresan

 

.cata-page-title, .page-header-wrap {background-color: #e49497;}.cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .title-subtitle *, .cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .cata-breadcrumbs, .cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .cata-breadcrumbs *, .cata-autofade-text .fading-texts-container { color:#FFFFFF !important; }.cata-page-title .page-header-wrap { background-image: url(http://onelove.catanisthemes.com/wp-content/themes/onelove/images/default/bg-page-title.jpg); }