>

E’ giusto che una Wedding Planner risponda a nuove richieste fuori dall’orario di lavoro?

E’ giusto che una Wedding Planner risponda a nuove richieste fuori dall’orario di lavoro?

E’ giusto che una Wedding Planner risponda a nuove richieste fuori dall’orario di lavoro?

Per una Wedding Planner, essere pronta a rispondere subito a nuove richieste fuori dall’orario di lavoro da parte delle spose, e avere un approccio molto responsive, è molto importante per acquisire nuovi clienti.

Quindi, se sei un wedding planner che lavora da solo, è difficile decidere se ignorare o meno i messaggi di una nuova sposa quando non sei in orario di lavoro, ad esempio la sera o la domenica.

 

Esploriamo allora le possibili scelte e le loro conseguenze:

Opzione 1: Rispondere Sempre Immediatamente, Indipendentemente dall’Ora

Pro: Dimostra dedizione e crea una prima impressione positiva, potenzialmente assicurando più clienti grazie ad una grande reattività.

Contro: Può portare al burnout e a uno squilibrio tra vita lavorativa e personale. Potrebbe creare aspettative irrealistiche per le comunicazioni future.

Opzione 2: Rispondere Solo Durante l’Orario di Lavoro

Pro: Mantiene un sano equilibrio tra lavoro e vita privata e stabilisce chiari confini per la comunicazione. Garantisce che stai rispondendo quando sei più concentrato ed efficiente.

Contro: Potresti perdere clienti che si aspettano risposte immediate o che contattano più planner contemporaneamente. Alcuni clienti potrebbero percepire questo come una mancanza di dedizione.

Opzione 3: Risposta Automatica al Di Fuori dell’Orario di Lavoro

Pro: Riconosce la richiesta senza richiedere attenzione personale immediata, informando il mittente di quando aspettarsi una risposta. Trova un compromesso tra reattività e benessere personale.
Contro: Alcuni clienti potrebbero comunque preferire un tocco personale e potrebbero essere scoraggiati da una risposta automatizzata.

Opzione 4: Programmare Momenti Specifici per Controllare i Messaggi Dopo L’Orario di Lavoro

Pro: Ti permette di intercettare richieste urgenti senza essere costantemente disponibile, mantenendo un certo livello di equilibrio tra lavoro e vita privata.
Contro: Può comunque intaccare il tempo personale e potrebbe portare a confini inconsistenti con i clienti.

 

Conseguenze di Ogni Scelta:

Risposta Immediata: Sebbene attraente per i clienti, questo approccio rischia il tuo benessere personale e può creare aspettative insostenibili.

Solo Orario di Lavoro: Protegge il tuo tempo personale ma potrebbe risultare in opportunità perse con clienti che si aspettano interazioni più rapide.

Risposte Automatizzate: Offre un compromesso ma manca della personalizzazione che alcuni clienti cercano.

Controllo Programmato: Bilancia la reattività con il tempo personale ma può comunque sfumare i confini tra lavoro e vita privata.

In conclusione, la decisione su come gestire le richieste fuori dall’orario di lavoro dipende dal tuo modello di business, dai tuoi confini personali e dalle aspettative che desideri impostare con i tuoi clienti.

Un approccio equilibrato, forse combinando tempi di risposta fissati con l’uso strategico di messaggi automatizzati, potrebbe offrire una via di mezzo che rispetta sia il tuo benessere sia le esigenze dei tuoi clienti.

Ricorda, una comunicazione chiara sulla tua disponibilità e i tempi di risposta può aiutare a gestire le aspettative e costruire una relazione rispettosa e professionale fin dall’inizio.

 

p.s.: se la sera e la domenica trascorri molto tempo a guardare passivamente i profili social degli altri, forse è meglio occupare parte di quel tempo per rispondere rapidamente ad una sposa che ti sta scrivendo negli unici momenti liberi della sua giornata, e che per te potrebbe diventare un cliente importante, o no? 

 

Roberta Torresan

Wedding Planners Pro

Corsi per Wedding Planner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CORSO PRINCIPLES 10°Anniversario

X