Perchè lavorare sulle cose urgenti ti allontana dai tuoi obiettivi?

Perchè lavorare sulle cose urgenti ti allontana dai tuoi obiettivi?

Perchè lavorare sulle cose urgenti ti allontana dai tuoi obiettivi?

 

Quante volte hai iniziato la giornata con una lista di cose da fare e poi ti sei ritrovato ad essere coinvolto in un vortice di e-mail, chiamate, riunioni e altre attività “urgenti” che ti occupano l’intera giornata?

Anche se è facile dare la colpa solo all’inevitabilità delle cose più urgenti che devi fare ad ogni costo, la verità è che la prevalenza dell’urgenza è il risultato della tua mancanza di organizzazione del lavoro.

Un recente studio della Johns Hopkins Business School ha rilevato che “tutti noi scegliamo di dedicarci ad attività peggiori rispetto ad attività oggettivamente migliori”, solo in base a quali di queste sembra più urgente.

In altre parole, sei psicologicamente predisposto a rimandare un lavoro significativo ed importante, a favore di compiti che sembrano solo più urgenti.

Questo può succedere ad ognuno di noi, di tanto in tanto.

Ma passare tutto il giorno a inseguire “compiti urgenti” può farti sentire esausto, stressato e soprattutto ti sembrerà di non aver fatto nulla, di quello che avresti voluto fare ad inizio giornata.

Ti sentirai in ritardo sui progetti più importanti, e avrai la sensazione di non avere il controllo sul tuo lavoro e sulla tua vita.

Quindi, come puoi mettere sul piatto della bilancia i tuoi obiettivi a lungo termine con l’assalto quotidiano di attività “urgenti”?

Purtroppo dobbiamo fare il conto con il fatto che anche di fronte a compiti identici, siamo più propensi a scegliere quello che sembra “urgente”, anche se sappiamo che non ci darà risultati efficienti e soluzioni importanti.

Le persone si comportano come se inseguire un compito urgente avesse il suo fascino, indipendentemente dalle sue conseguenze oggettive.

 

Forse c’è un compito che sai essere importante ed è stato nella tua lista di cose da fare per settimane, ma continua a essere rimandato perché compiti simili, apparentemente più urgenti, continuano a prendere il suo posto. 

 

L’urgenza ci mette in modalità reattiva.

Invece di prendere il controllo del nostro tempo e della nostra attenzione , siamo in balia delle priorità di qualcun altro.

Anche quando sappiamo che lavorare su un obiettivo a lungo termine o su un progetto difficile, sarà in definitiva più significativo e motivante, scegliamo l’opzione peggiore.

Il problema è che sei costantemente bombardato da lavori “urgenti”: e-mail, riunioni, chiamate, aggiornamenti di stato, eccetera…

Mentre le cose che ti avvicinano ai tuoi obiettivi a lungo termine e più importanti, richiedono molto probabilmente lunghi periodi di attenzione: scrittura, progettazione , procedure, pianificazione e riflessione profonda. 

Un modo per pensare alla differenza tra compiti “urgenti” e “importanti” sta nel modo in cui li portiamo a termine.

Ci vediamo al LIVE di Venerdì >

Approfitta della PROMO e iscriviti al FOCUS PLANNING

 

Roberta Torresan

TAGS:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Focus DESIGN per Wedding Planner

X