Il tuo vero WOW Factor

Il tuo vero WOW Factor

  1. Il tuo vero WOW Factor.

Tutti vogliono stupire con il cosiddetto WOW Factor, l’effetto wow che lascia a bocca aperta e che dovrebbe attirare i clienti come ipnotizzati dal tuo lavoro.

 

Ma quale è il tuo vero WOW Factor? O meglio, siamo sicuri che sia tutto nelle foto dei tuoi lavori?

Secondo me no, e ti voglio dare due esempi di come far dire WOW ai tuoi sposi. Prima ancora di avere realizzato il loro matrimonio.

 

1) La qualità che metti nel tuo modo di comunicare, nel sito, nei social, nei preventivi, e in tutto quello che contribuisce alla tua percezione dall’esterno ti rappresenta al 100%. Se ci metti cura e qualità dirà molto di te. E se colpirai l’attenzione degli sposi, potranno già immaginare quanta cura dedicherai al loro matrimonio. Chiamalo un effetto wow anticipato.

 

2) Dopo aver preso il cliente e sottoscritto il contratto, arriva il momento in cui le aspettative non devono essere disilluse ma superate. Ora è il momento di stupire gli sposi con un servizio che li faccia sentire entusiasti e orgogliosi di averti scelto. Solo così il tuo servizio scatenerà uno WOW Factor nei tuoi sposi, ben prima del giorno delle nozze, e diventeranno i tuoi migliori testimonials.

 

 

Roberta Torresan

 

 

5 Motivi per cui gli Sposi abbandonano il tuo Sito Web

5 Motivi per cui gli Sposi abbandonano il tuo Sito Web

5 Motivi per cui gli Sposi abbandonano il tuo Sito Web

Finalmente hai il tuo sito web, ne sei molto fiero e lo hai messo on line. Ti sei affidato ad una web agency molto di moda, o ad un “tecnico” che parla un linguaggio che tu non capisci. Gli hai detto “pensaci tu”, l’importante è che sia BELLO.

Eppure forse hai dimenticato che il tuo sito non è una semplice vetrina o un biglietto da visita, per ricordare a tutti che anche tu sei una Wedding Planner (ci sono dei dubbi su questo?).

No. Il tuo sito ha ben altri compiti ai quali assolvere. Non ne puoi fare a meno ma ti devi ricordare che è un vero e proprio strumento di marketing, e deve rispondere ad un obiettivo coerente con tutta la tua strategia.

E forse qualcuno te lo doveva dire, se ti sei affidato ad un consulente…

Infatti molto spesso, siti molto belli non portano nemmeno un contatto, perchè?

A volte nemmeno siti ben posizionati sui motori di ricerca, riescono nel loro intento, che ricordiamoci deve essere quello di portare clienti. Perchè gli sposi che ti contattano direttamente dal tuo sito sono i migliori in assoluto. 

E allora quale è il problema? Io di siti ne vedo molti , ed il mio team si è ormai specializzato nell’analizzarli e nel diagnosticare problemi e cure.

Il fatto è che spesso gli sposi entrano nel tuo sito, ma scappano quasi subito, dicendo praticamente a Google che il tuo non è un sito affidabile nè interessante.

Ecco i 5 principali motivi che spingono gli sposi ad abbandonare di corsa il tuo sito:

  1. La Velocità di caricamento. Se il tuo sito è lento, gli utenti non hanno voglia di aspettare, ci sono migliaia e migliaia di siti web da navigare in rete, perchè dovrebbero aspettare che si carichi la home page di un sito palesemente lento? Se ne vanno in cerca di altro. E non dimentichiamoci che anche a Google non piacciono i siti lenti, quindi ti penalizzerà ulteriormente…
  2. La Prima Impressione. I primi secondi dopo che l’utente è entrato nel tuo sito sono decisivi; sono i secondi che gli faranno decidere se rimanere e continuare la navigazione, o andarsene deluso e insoddisfatto. Non pensare di poterlo fermare con una spiegazione di chi sei o di cosa fai. Servono immagini potenti! Lo devi calamitare e fargli venire voglia di vedere qualcosa di più, deve avere subito l’impressione di avere trovato quello che cercava, o comunque di essere nel posto giusto. Scatena l’effetto “wow”, e fagli dire “Amore, vieni a vedere cosa ho trovato su internet!”
  3. Un messaggio chiaro: cosa hai fatto e cosa puoi fare per me? Fin dalla home page foto e testi (brevi e immediati!) devono far percepire agli sposi che cosa sei in grado di fare, cosa hai già fatto e cosa potresti fare per loro. Se non trovano niente di tutto ciò, non sono in grado di capire se fai al caso loro; se quello che gli fai vedere non piace, beh, vuol dire che non erano i tuoi clienti ideali. Ma in ogni caso, è una occasione che ti devi giocare al meglio.
  4. Call To Action. Hai fatto bene tutto quello che ho descritto nei punti precedenti, e ora? Ti aspetti che la sposa prenda l’iniziativa e faccia tutto da sola? Come nel processo di vendita, la devi guidare e devi aiutarla a decidere. Se non trova istruzioni chiare sul prossimo passo da compere, se ne andrà. Occasione sfumata.
  5. Riprova sociale. Qui i social media c’entrano poco o niente. tutti i clienti vogliono sapere se sei bravo e cosa ne pensano gli altri sposi. Servono testimonianze, recensioni (vere) e qualsiasi altra prova che dica loro quanto si possono fidare. Se si accorgono che potrebbero essere i tuoi primi clienti, sarà probabile che se ne vadano in fretta. Allora? Articoli, post, diplomi,eventi, credenziali e qualsiasi altro elemento che ti possa evitare di doverti fare i complimenti da solo.

 

Roberta Torresan

RICHIEDI UNA CONSULENZA PERSONALIZZATA 👈

Prezzo e Personal Branding

Prezzo e Personal Branding.

 

Perché è fondamentale lavorare sul proprio marchio personale e fare “Personal Branding”?

Perché significa costruire credibilita’ e autorevolezza, per farti cercare solo dai tuoi clienti ideali e per evitare di essere giudicati solo sulla base del prezzo.

Non importa quale sia il tuo bacino, tu devi risultare unico e insostituibile agli occhi degli sposi che avranno capito di avere bisogno di te.

E ti compreranno addirittura prima di incontrarti. Vorranno proprio te.

Senza Personal Branding sarai solo una brava wedding planners come tante altre brave wedding planners.

 

Al contrario,  Sìse la tua strategia di marketing è il prezzo basso, ci sarà sempre almeno un concorrente con una matita in mano, con cui barrare il tuo prezzo, e scriverne uno ancora più basso.

😡😨😱

 

 

Roberta Torresan

.cata-page-title, .page-header-wrap {background-color: #e49497;}.cata-page-title, .cata-page-title .page-header-wrap {min-height: 230px; }.cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .title-subtitle *, .cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .cata-breadcrumbs, .cata-page-title .page-header-wrap .pagetitle-contents .cata-breadcrumbs *, .cata-autofade-text .fading-texts-container { color:#FFFFFF !important; }.cata-page-title .page-header-wrap { background-image: url(http://onelove.catanisthemes.com/wp-content/themes/onelove/images/default/bg-page-title.jpg); }